Marketing Digitale - 35 consigli di come attrarre clienti nel proprio E-commerce.web- DF Studio Designp

Marketing Digitale: 35 consigli di come attrarre clienti nel proprio E-commerce

Senza visitatori il vostro e-commerce, non è niente. 🙂 Ma attirare un numero sufficiente di visitatori di alta qualità sul vostro sito web può essere una sfida. Pertanto, in questo articolo vi darò 35 consigli per attirare più visitatori nel vostro e-commerce. Usateli a vostro vantaggio!

Indice dei contenuti

Più visitatori nel vostro e-commerce

Certo, è molto bello poter dire di avere 10.000 o più visitatori al mese nel proprio e-shop. Tuttavia, se questi visitatori non rientrano nel vostro target di riferimento, non guadagnerete molto. È molto più prezioso avere un numero inferiore di visitatori che sono tutti interessati alla vostra offerta. Nonostante il titolo di questo blog suggerisca il contrario, voglio esortarvi a concentrarvi sulla qualità e non sulla quantità. Quindi, cercate nel vostro e-commerce visitatori che appartengono al vostro pubblico di riferimento. Attirate le persone che sono effettivamente potenziali clienti. Sono quelli che in ultima analisi garantiranno le vostre vendite.

Conoscere il pubblico di riferimento

1. Fate ricerche sul vostro pubblico di riferimento

Assicuratevi di sapere quali persone acquistano i vostri prodotti e perché lo fanno. Quale problema risolvete con i vostri prodotti? Quale esigenza state soddisfacendo? Assicuratevi di avere ben chiaro questo punto. Non abbiate paura di essere specifici. Quanto più specifico è il vostro pubblico di riferimento, tanto più facile sarà vendere i vostri prodotti.

2. Ricerca su come raggiungere il pubblico di riferimento

Quali riviste legge il vostro pubblico target, su quali canali di social media è attivo, quali siti e blog visita? Forse ci sono anche eventi (offline) a cui partecipa. Scoprite come e dove potete raggiungere il vostro pubblico di riferimento.

Quanto più specifico è il gruppo target, tanto più facile ed economico sarà il marketing.

3. Essere presenti dove si trova il vostro pubblico di riferimento

Se sono attivi su Facebook, assicuratevi di presentare voi stessi e il vostro negozio. Se il vostro gruppo target legge un tipo di rivista, assicuratevi di essere presenti in quella rivista. Facendovi intervistare, attraverso un comunicato stampa.

L’invio di un comunicato stampa è un modo relativamente semplice e poco costoso per portare il vostro e-commerce all’attenzione del grande pubblico. Se fatto bene, vi farà ottenere pubblicità gratuita. Se il vostro gruppo target visita spesso i food blog, avviate collaborazioni con questi blogger. In questo modo, sempre più persone vi conosceranno e inizierete a portare traffico nel vostro e-shop.

Più visitatori attraverso il blog

Quasi tutti lo fanno al giorno d’oggi e anche come azienda non si può fare a meno di un blog. Se volete mantenere la testa fuori dall’acqua come (piccolo) e-commerce, avere un blog è uno strumento di marketing super pratico, quasi indispensabile.

leggete questo mio articolo che cos’è un blog personale.

DF Studio Design - e-commerce

4. Definire gli argomenti

Non iniziate a scrivere articoli a caso, ma date prima un’occhiata critica al vostro pubblico di riferimento. Quali sono i loro interessi, quali domande hanno e quali problemi incontrano? Inoltre, cercate di capire quali termini di ricerca utilizzano per trovare informazioni online. Utilizzando queste informazioni, stilate un elenco di argomenti per il blog.

I blog che contengono consigli e tabelle di marcia spesso vanno bene, ma si possono anche, ad esempio, fornire informazioni di base su un particolare prodotto o mostrare come viene prodotto un determinato prodotto. Scrivendo blog che si relazionano con il vostro pubblico di riferimento, aumentate le possibilità che vengano letti e condivisi. Nel farlo, ricordate che un blog non è una brochure pubblicitaria. Quindi, siate parsimoniosi con gli annunci e la pubblicità e assicuratevi che ogni articolo sia prezioso per i vostri visitatori.

5. Inserire link nei post del blog

Ad esempio, nella pagina dei prodotti o in quella delle offerte del vostro e-commerce. Assicuratevi che i vostri lettori possano facilmente fare clic sui link web e non debbano cercare da soli un particolare prodotto di cui parlate nel vostro blog.

6. Pubblicare regolarmente nuovi contenuti

Se pubblicate regolarmente un nuovo articolo, alla lunga i vostri visitatori si abitueranno. Quindi mantenete sempre una certa frequenza e siate coerenti. Quindi non pubblicate 3 blog una settimana e poi niente per un mese intero. Decidete voi stessi cosa è fattibile. Fate sempre prevalere la qualità sulla quantità: meglio un articolo superlativo al mese che un articolo che mettete insieme in fretta e furia ogni settimana.

Suggerimento: con un software per blog come WordPress, ad esempio, è possibile programmare facilmente la pubblicazione dei blog nel giorno e nell’ora stabiliti. Pratico se vi piace lavorare in anticipo.

7. Condividete i vostri articoli blog

Una volta scritto e pubblicato un blog, non restate ad aspettare che arrivino i visitatori, ma promuovete attivamente il vostro articolo. Naturalmente, se volete ottenere più vendite attraverso il blogging, dovete assicurarvi che i vostri blog vengano letti. Condividete l’articolo (più volte) sui social media, inserite un breve teaser e un link al blog nella vostra newsletter.

Spesso si pensa che l’e-mail marketing, ovvero l’invio di newsletter al proprio pubblico di riferimento, sia ormai superato. Che nessuno li legge più. Ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. 
Inserite il link al vostro ultimo blog nella firma della vostra e-mail. Promuovete il vostro blog in ogni modo possibile per ottenere il maggior numero di visitatori.

8. Fare guest blogging

Rivolgetevi ai siti web in cui si trova il vostro pubblico di riferimento, chiedendo loro di pubblicare blog ospiti.

Il vostro nome (della società) e il link saranno inseriti nell’articolo. Questi link sono spesso molto preziosi. Da un lato, portano visitatori al vostro e-commerce. D’altro canto, sono utili per la vostra posizione nei risultati di ricerca.

Ottimizzazione dei motori di ricerca ( SEO )

L’ottimizzazione del vostro e-commerce per i motori di ricerca è un ottimo modo per attirare (molti) più visitatori nel vostro negozio online. È necessario avere un po’ di pazienza prima di notare davvero i risultati, ma se si persevera, si possono ottenere migliaia di visitatori in più dai motori di ricerca ogni mese. Cosa c’è di meglio dei visitatori gratuiti tramite Google e altri motori di ricerca? Si risparmia un sacco di soldi in costi pubblicitari.

Qui un mio articolo migliori pratiche SEO 2022

Ottimizzazione dei motori di ricerca ( SEO )

9. Analisi dei termini di ricerca

L’ottimizzazione per i motori di ricerca del vostro negozio online inizia sempre con una solida parola chiave.

Per ogni pagina del vostro e-commerce, pensate a quali parole o frasi il vostro pubblico target inserirebbe in un motore di ricerca. Inserite quindi questi termini di ricerca nel Keyword planner di Google.

Questo mostra esattamente la frequenza di ricerca di una particolare parola o combinazione di parole e la concorrenza per ogni parola chiave. Inoltre, il keyword planner fornisce anche suggerimenti per altre parole chiave. In questo modo è possibile determinare facilmente le parole chiave migliori per ogni pagina web.

Siate specifici. Una parola generica come “abbigliamento” è oggetto di molte ricerche mensili, ma le possibilità che offriate esattamente ciò che il ricercatore sta cercando sono scarse. Una parola chiave come “comprare vestiti per bambini online” ha un numero inferiore di ricerche mensili, ma la possibilità che questi ricercatori abbiano un’intenzione di acquisto è molto più alta.

Questo è esattamente ciò che vogliamo: visitatori di qualità.

 

10. Ottimizzare i testi

Ora sapete quali parole chiave utilizza il vostro pubblico target per cercare i vostri prodotti. Poi dovete riflettere queste parole chiave sul vostro sito web. Un modo per farlo è scrivere testi SEO. Scrivete un testo SEO unico ed esaustivo per ogni pagina del vostro e-commerce, in cui ripetete più volte le parole chiave di quella pagina. Non esagerate, questi testi sono scritti principalmente per i vostri visitatori! Fornite quindi informazioni sufficienti in questi testi, ispirate il lettore e incoraggiatelo a cliccare e a mettere i prodotti nel carrello. Inserite in questi testi un titolo e dei titoli e utilizzate anche le parole chiave. Assegnate a ogni titolo un’intestazione (h1-h6).

Heading tag - DF Studio Design

Foto da Wikipedia

11. Creare lo snippet di Google

Molti plugin (per siti e e-commerce) consentono di inserire il titolo della pagina e la metadescrizione per ogni pagina. È il testo visualizzato nei risultati della ricerca.

Snippet di google wikipedia - DF Studio Design

Riflettete attentamente su questi testi. Scrivete un titolo breve e chiaro che contenga la parola chiave più importante. In questo modo sia i visitatori che i motori di ricerca sapranno di cosa tratta una determinata pagina. È possibile fornire ulteriori informazioni nella descrizione dei metadati. Includete anche un invito all’azione per incoraggiare i visitatori a cliccare sul link.

12. Ottimizzare foto e immagini

Potete anche ottimizzare le foto e le immagini del vostro negozio online. Questo garantisce, ad esempio, che i vostri prodotti vengano trovati tramite Google Immagini. Assegnate a ogni immagine un buon nome di file. Non un numero o un’abbreviazione, ma una breve descrizione del contenuto dell’immagine. Utilizzate le parole chiave in esso contenute. Assicuratevi che l’immagine sia della dimensione giusta prima di caricarla sul vostro negozio web. Questo migliorerà la velocità del vostro e-commerce.

13. Fare link-building

La SEO per il vostro negozio online si svolge in parte anche “all’esterno”. Questo è link building
secondo Wikipedia: “La generazione di link da altri siti web (backlink) verso uno specifico sito web, con l’obiettivo di ottenere un punteggio più alto nei motori di ricerca per le parole chiave pertinenti a quella pagina web”.

L’idea alla base della creazione di link è che più siti web rilevanti fanno riferimento (link) al vostro e-shop, più valore viene attribuito dai motori di ricerca al vostro e-commerce. Se si viene linkati spesso, si è importanti o popolari. Quindi, più siti web rilevanti vi linkano, meglio è. E se si ottengono molti link da siti web con una buona reputazione, è ancora meglio. Questo è in sostanza ciò che si riduce in poche parole. La rilevanza gioca un ruolo importante. Se un sito web di arredamento da giardino rimanda a un negozio di abbigliamento per bambini, questo link vale meno di un sito web sulla genitorialità che rimanda a un negozio di abbigliamento per bambini.

Se altri siti web correlati si collegano al vostro negozio, ciò favorirà la vostra posizione nei risultati di ricerca. Inoltre, questi link vengono ovviamente cliccati: visitatori extra per il vostro negozio!

Social media

I social media sono una grande fonte di visitatori per il vostro e-commerce. Quasi tutti, prima o poi, sono attivi su Facebook, Twitter, Pinterest o Instagram. Assicuratevi di essere presenti su quei canali dove è presente anche il vostro pubblico di riferimento.

Ottimizzazione dei motori di ricerca ( SEO )

14. Ricercare i canali di social media su cui è presente il pubblico di riferimento

Questo è il modo perfetto per entrare in contatto con il vostro pubblico di riferimento. Inoltre, un grande vantaggio è che potete non solo informare e ispirare il vostro pubblico, ma anche tenere l’orecchio teso per scoprire le loro esigenze per sfruttarle al massimo.

15. Pubblicare regolarmente su ciascuno dei vostri social media

Create un bel mix di post: blog, consigli, informazioni, ispirazioni e post promozionali. Di tanto in tanto condividete anche qualcosa di personale e mostrate la vostra esperienza. Verificate quale frequenza di post funziona bene per il vostro gruppo target. Non pubblicate solo annunci, ma anche una citazione divertente o un video simpatico.

16. Assicurarsi che non si stia solo trasmettendo

Interagire con i propri follower. Naturalmente il nome dice tutto: Facebook, Twitter e Instagram sono canali social, quindi vanno usati per come sono stati creati, cioè interagire con il pubblico. Ad esempio, fate regolarmente delle domande e rispondete voi stessi ai post degli altri. In questo modo, la vostra portata crescerà in modo naturale.

17. Chiedete ai clienti di condividere le loro esperienze con il vostro e-commerce o con i vostri prodotti sui social media.

In questo modo, raggiungete anche le reti dei vostri clienti. Eventualmente date una ricompensa a tutti coloro che condividono la loro esperienza o trasformatela in un’estrazione a premi.

Inviare newsletter per il vostro e-commerce

L’invio di newsletter è un ottimo modo per attirare più visitatori sul vostro negozio online. È particolarmente adatto per far sì che i visitatori tornino più spesso nel vostro negozio. Anche se un visitatore non acquista nulla, assicuratevi almeno che si iscriva alla vostra newsletter.

18. Inviate una newsletter ai vostri follower da 1 a 4 volte al mese.

Questa frequenza vi garantisce di attirare regolarmente l’attenzione del vostro pubblico di riferimento. A lungo andare, le persone penseranno automaticamente a voi quando avranno bisogno di un determinato prodotto. Consiglio di inviare una newsletter almeno una volta al mese. Non di meno, perché si corre il rischio che le persone non si ricordino chi siete e si cancellino dalla newsletter. D’altra parte, non inviate un mailing troppo spesso. L’ultima cosa che volete è apparire spammosi.

19. Non trasformate la vostra newsletter in una brochure pubblicitaria digitale.

Adottate un approccio diverso da quello dei vostri concorrenti, in modo da distinguervi dalle caselle di posta stracolme. Fornite suggerimenti, informazioni di base e anteprime nella vostra newsletter. Fate in modo che sia qualcosa di valido, che funzioni molto meglio che dire semplicemente “questi sono i nuovi prodotti e queste sono le offerte di questa settimana”. Naturalmente dovreste menzionare anche questi aspetti, ma offrite sempre anche un po’ di valore aggiunto, che farà sì che le persone aprano le vostre newsletter e a lungo andare, le attendano con ansia.

20. Inserite in ogni newsletter diversi link al vostro e-commerce.

Potete collegarvi direttamente a una pagina di prodotto, ma anche a una pagina di ispirazione che avete creato o a un blog del vostro negozio online. Inserite link testuali e link sotto le immagini. Secondo la mia esperienza, i link testuali vengono cliccati più spesso, ma naturalmente è necessario testare ciò che funziona meglio per il vostro pubblico di riferimento e per la vostra newsletter.

21. Di tanto in tanto, fate qualcosa di extra per i follower della vostra mailing list.

Organizzate uno sconto o una promozione esclusiva per i lettori della vostra newsletter. Fateli sentire apprezzati e date loro un vantaggio rispetto agli altri. Inoltre, questo porta naturalmente più visitatori al vostro negozio e un maggiore fatturato.

22. Continuate a testare!

Ciò che funziona per il commerciante medio può non funzionare necessariamente per voi. Ecco perché il consiglio più importante che posso darvi è quello di testare tutto ciò che fate. Provate ad utilizzare diverse tipologie di frasi e verificate quale sia quella con il più alto tasso di apertura e di click verso il vostro e-commerce. Fate lo stesso per i contenuti. Esempio: una newsletter incentrata sulle offerte genera click o c’è bisogno di ulteriori informazioni e suggerimenti?

Smettere di fare ciò che non funziona e iniziare a fare ciò che funziona.

Comunicati stampa

Pubblicità gratuita per il vostro negozio online. Chi non lo vorrebbe? L’invio di un comunicato stampa è un modo relativamente semplice e poco costoso per portare il vostro e-commerce all’attenzione del grande pubblico. Se fatto bene, vi darà molta pubblicità gratuita e visitatori extra al vostro negozio.

comunicati Stampa - Df studio Design

23. Inviare i comunicati stampa

Inviare comunicati stampa ai media locali e nazionali. Quindi riviste, ma anche quotidiani e settimanali. Naturalmente, non inviate comunicati stampa in modo indiscriminato, ma selezionate con cura i destinatari e adattate il contenuto del vostro annuncio al destinatario. Anche i giornalisti e gli editori non amano ricevere spam.

24. Inviate un comunicato stampa solo se avete effettivamente qualcosa di nuovo da comunicare.

Non è necessario inviare un comunicato stampa sull'”offerta della settimana”. Ma è così, ad esempio quando avete ampliato la vostra collezione o quando siete l’unico e-commerce in Italia a vendere un particolare prodotto o marchio. Il comunicato stampa deve avere un formato massimo di 1 A4.

25. Decidere a quali mezzi di comunicazione inviare il comunicato stampa

Vi rivolgete ai media nazionali o locali (radio, TV, giornali), alle riviste (di settore) o piuttosto ai media online? Modificate di conseguenza il contenuto del vostro post e tenete presente che i redattori spesso lavorano con diversi mesi di anticipo.

26. Collaborare con blogger e influencer del vostro settore

Spesso hanno un ampio raggio d’azione. Se il loro pubblico di riferimento è anche il vostro, potete trarne un grande vantaggio. Alcuni blogger scrivono un bel pezzo sul vostro e-commerce in cambio di prodotti gratuiti, altri vogliono essere pagati per questo.

Siate critici nel decidere con quali blogger volete o non volete lavorare. Chiedete informazioni sul gruppo target e sulla portata (numero di visitatori sul sito web e numero di follower sui social media). Controllate sempre personalmente il sito web e i canali dei social media e prendete accordi chiari su ciò che ricevete e ciò che date in cambio.

Pubblicità online

La pubblicità online può essere un ottimo modo per promuovere efficacemente il vostro e-commerce e i vostri prodotti. Potete fare pubblicità in vari luoghi: sui canali dei social media, tramite Google Ads o Facebook Ads Ad esempio.

27. Utilizzate Google Ads

Con la SEA (Search Engine Advertising; pubblicità sui motori di ricerca), si paga per ogni clic sul proprio annuncio. Sono gli annunci che compaiono in cima al motore di ricerca. Questi ultimi sono diventati sempre più importanti e le inserzioni organiche (gratuite) sono sempre più in secondo piano. La pubblicità su Google è particolarmente interessante per i termini di ricerca/prodotti che non si posizionano (ancora) abbastanza bene nei risultati di ricerca gratuiti o se si vogliono ottenere risultati a breve termine. Mentre la SEO è una strategia a lungo termine, la pubblicità su Google può inviare molti visitatori in più al vostro negozio web nel breve periodo.

Pensate bene in anticipo all’impostazione delle vostre campagne e al budget massimo che siete disposti a spendere. Stabilite in anticipo un budget giornaliero per evitare sorprese finanziarie. Pensate anche ai vostri obiettivi. Cosa volete ottenere con gli annunci e chi volete raggiungere?

28. Fate lavorare Facebook per voi

Gli annunci su Facebook rendono molto semplice attirare più visitatori sul vostro negozio online. Potete indirizzare gli annunci in modo molto preciso alle persone che rientrano nel vostro target. Ciò significa che chi non rientra nel vostro gruppo target non vedrà il vostro annuncio. Si risparmia un sacco di soldi! Facebook vi permette quindi di pubblicizzare il vostro e-commerce in modo molto mirato.

29. Approfondire il marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione è una forma di pubblicità online in cui il vostro e-commerce viene promosso su altri siti web. Ad esempio, il proprietario di un sito web inserisce un banner del vostro negozio sul suo sito. Oppure scrive un articolo su un determinato prodotto del vostro shop online. Per ogni clic o transazione generata attraverso i banner o i link, il proprietario del sito web riceve un compenso dall’utente. Il grande vantaggio del marketing di affiliazione è che si paga in base ai risultati. Se un sito web non genera transazioni, non è necessario pagare per la promozione.

Chiedete alle varie reti di affiliazione quali sono le possibilità per il vostro negozio web. Fare una panoramica dei costi. Alcune reti addebitano una tariffa per click o vendita, oltre a un canone mensile fisso.

30. Approccio ai siti web

Se non volete lavorare attraverso una rete, potete anche rivolgervi personalmente ai siti web, chiedendo di poter fare pubblicità. Questo può essere fatto su base di affiliazione, ma anche per un importo fisso al mese, ad esempio. Anche in questo caso, siate critici nei confronti dei siti web su cui fate pubblicità e verificate sempre il pubblico di destinazione e la portata.

31. Sviluppare una serie di banner

Questo vi permette di attirare l’attenzione dei vostri prodotti su altri siti web. Ad esempio, creare una serie di banner in formati diversi per ogni gruppo di prodotti. Offrite ai proprietari di siti web una scelta sufficiente per promuovere il vostro e-commerce.

Promozione dell' e-commerce offline

Naturalmente, ha senso mettere in evidenza il vostro negozio online. Dopotutto, vendete anche online. Ma non dimenticate la promozione offline. È qui che molti proprietari di negozi web perdono delle opportunità. Un vero peccato!

DF Studio Design - e-commerce

32. Partecipare agli eventi

Partecipate a fiere, mercati e altri eventi in cui potete esporre i vostri prodotti. Questi eventi sono organizzati tutto l’anno. Un’ora di ricerca su Google e avrete un elenco di eventi in cui il vostro pubblico di riferimento si reca. Pensate in anticipo a come volete presentare i vostri prodotti e assicuratevi che il vostro stand sia perfetto.

33. Distribuire biglietti da visita e volantini

A chiunque li voglia. Assicuratevi che i vostri volantini finiscano nelle buste regalo distribuite alle fiere, ad esempio. Oppure dedicare qualche ora alla distribuzione di volantini nella propria città. Lasciate anche dei volantini nei luoghi frequentati dal vostro pubblico di riferimento. Può essere il parrucchiere, ma anche l’ostetrica, l’asilo nido o la piscina. Siate creativi. Una scatola di volantini non è costosa e con essa potete facilmente aumentare la notorietà del vostro marchio.

34. Inviare posta diretta

Sorprendete il vostro pubblico di riferimento con un regalo nella cassetta delle lettere. La pubblicità diretta per corrispondenza può essere utilizzata in vari modi. Ad esempio, potete far recapitare volantini a livello nazionale o inviare posta personalizzata molto mirata. Assicuratevi che il vostro mailing si distingua. A questo scopo, ad esempio, potete utilizzare una busta accattivante e includere un piccolo regalo. Per ridurre i costi, inviate i regali solo al vostro gruppo target.

35. Parlare della propria attività

Dite a chiunque voglia sentirlo che avete un negozio online e che cosa vendete. E, naturalmente, perché dovrebbero acquistare proprio da voi. Il passaparola spesso funziona molto bene. Se i vostri amici e familiari ordinano da voi, lo diranno alla loro rete. A seguire: assicuratevi che il vostro servizio sia di prima qualità. In questo modo, i clienti soddisfatti diventeranno, per così dire, ambasciatori del vostro negozio.

Leggeveti questo articolo: Digital Marketing nel 2022 – La migliore guida

Eccoli quà i 35 consigli per attrarre clienti nel vostro e-commerce. Li avete letti tutti? Ben fatto 😉 Forse non tutto si applica al vostro e-commerce. In questo caso, basta scegliere i suggerimenti che si possono applicare. Non sapete da dove cominciare? Quindi iniziate con il suggerimento 1 e implementate un nuovo suggerimento ogni giorno o ogni settimana. Vedrete che il vostro negozio online otterrà sempre più visitatori e clienti.

Se non avete tempo da dedicare al vostro e-commerce e vorreste ampliare le vendite contattateci e saremo lieti di aiutarvi.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Newsletter